Smile reputation : come conquistarsela?

Recentemente ho letto un articolo relativo a come un semplice sorriso possa creare un impatto positivo in qualsiasi lavoro a contatto diretto con il pubblico. Perchè smile reputation? Ma perchè in qualche modo fa parte del gioco, è un modo molto semplice quanto diretto per creare una forma di interazione positiva, accattivarsi le simpatie di un cliente (anche potenziale, perchè no?) che si sente benvoluto, ascoltato, invogliato a saperne di più …

Non solo in Hotel, ma in fondo in qualsiasi attività commerciale funziona così : entriamo, il personale della struttura ci degna di una qualche considerazione… Wow, che bella sensazione

Il primo impatto risulta piacevole, aumenta la simpatia verso il posto e personale quando veniamo accolti con un sorriso.

Con l’instaurarsi anche di una breve conversazione, Taac! Scatta la tecnica del venditore

A) Per proporre qualcosa in aggiunta a quello che il nostro cliente ha prenotato (se in hotel) o acquistato. E siamo tutti naturalmente portati a lasciarci conquistare con un sorriso, cortesia, attenzione al dettaglio etc

B) Oppure, perchè no? Per offrire un servizio o prodotto di tipologia superiore verso un piccolo supplemento rispetto a quanto prenotato.

Morale della favola? In un modo non troppo forzato abbiamo creato l’ occasione giusta per migliorare il nostro incasso iniziale attraverso una vendita incrociata o superiore rispetto alle iniziali aspettative…

A) Cross-selling è l’azione o pratica di vendere un prodotto o servizio aggiuntivo rispetto a quanto acquistato. Azione che insieme all’ B) Upselling (c.d. vendita al rialzo) contribuisce all’aumento del nostro reddito.

Saper conquistare il nostro interlocutore con educazione, interesse, empatia nonchè professionalità e perfetta conoscenza del prodotto che si intende proporre … Si inizia con una camera, si conclude con molto altro…

” Gentile Signore, la ringraziamo per aver scelto la nostra struttura… proprio oggi si è liberata una camera di categoria superiore rispetto a quella prenotata. Con una piccola aggiunta pari ad Euro… sarà possibile offrirLe maggiore comfort ad un prezzo vantaggioso. Le potrebbe interessare?”

Una situazione di questo tipo la viviamo tutti talmente spesso da non rendersene quasi più conto…in aereo, treno, negozi, ristoranti, strutture ricettive etc … per ogni ambiente, una proposta diversificata…

Eppure, nulla si deve dare per scontato… Il saper vendere è un’arte che si impara nel tempo, con uno studio su alcuni lati del nostro Ego… certo possono aiutare la presenza, una buona comunicazione, un sorriso spontaneo, l’ interagire in modo naturale, il tenere lo sguardo verso l’interlocutore, mai un momento di incertezza ma sempre (magari anche apparente) sicurezza.

Perchè, psicologicamente parlando, si comunica con il corpo ed anche un’azione sbagliata in quel preciso momento (come il parlare gesticolando) può creare un effetto inverso al desiderato… fastidio e perdita di interesse verso quanto si sta dicendo.

Secondo alcuni noti venditori, pare che nel giro di ca 40 secondi, il nostro cliente ha già deciso se acquisterà o meno… voi come vi relazionate? Se penso al mio piccino, in fondo è proprio così!

Si compra un servizio o prodotto da colui/colei che saprà conquistarci con le giuste parole, dette nel momento e posto giusto capendo soprattutto in qualche modo il nostro gusto o preferenze…

Ma anche se non sempre capita di incontrare persone tanto disponibili a sorridere generosamente, almeno proviamoci noi una volta di più… imparare qualcosa di nuovo attraverso lo scambio di idee, proposte, suggerimenti e tanto ascolto non è mai perdita di tempo.

Alla prossima!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.