Vacanze a Verona, città romantica

Verona è da sempre una delle mete più gettonate per il turismo culturale.

Le sue numerose attrazioni storico-architettoniche sono tra le più belle presenti sul territorio italiano; il suo straordinario centro storico costellato di elementi artistici e archeologici ha fatto sì che la città fosse dichiarata patrimonio dell’umanità dall’ UNESCO.

Basti pensare alla casa di Giulietta, resa celebre dal dramma di William Shakespeare e meta preferita degli innamorati di tutto il mondo, o alla piazza delle Erbe con la sua fontana d’epoca romana sulla quale troneggia la famosa “Madonna Verona”.
La città scaligera attira ogni anno milioni di visitatori da ogni parte del pianeta. Le cifre parlano chiaro: di tutti i turisti che passano in Veneto ben il 27,3% decidono di trascorrere qualche giorno di vacanza a Verona.

Nella classifica delle province più visitate fa meglio soltanto Venezia (54,2%), mentre al terzo posto si piazza Padova (7,3%). Nel 2015 si sono registrate in Veneto circa 67 milioni di presenze, per un fatturato complessivo di 17 miliardi di euro.
Tuttavia, benché le città d’arte italiane siano prese d’assalto soprattutto nella bella stagione, quello di Verona non è un turismo esclusivamente estivo: anche d’inverno la città mantiene il suo fascino e offre numerose attività ed eventi di ogni tipo capaci di far giungere visitatori.

Non è perciò un caso che il portale di viaggi GoEuro la inserisca nella top 10 delle città in cui passare l’inverno in Europa. Tra le attrazioni citate da GoEuro vi sono il mercato di Santa Lucia coi suoi 300 banchetti pieni di giochi e prodotti tipici, la Mostra internazionale del Presepe, che ogni anno espone 400 esemplari storici provenienti da musei e collezioni private, e il Mercatino natalizio di Norimberga in piazza dei Signori.
Tra gli eventi più rilevanti della stagione invernale c’è invece Fieracavalli, una delle più importanti rassegne equestri del mondo, la cui ultima edizione si è svolta dal 5 all’8 novembre nell’ampia struttura di Veronafiere.

Foto: Tijl Vercaemer
Foto: Tijl Vercaemer

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel corso di questa manifestazione, che ogni anno porta in città oltre 160mila turisti, sono stati esibiti più di 3000 cavalli di 60 razze diverse per un totale di 300 stand allestiti nel padiglione. Quest’anno Fieracavalli ha puntato proprio sul tema dell’equiturismo: una scelta che si è dimostrata azzeccata e che ha premiato l’organizzazione con il sold out degli spazi espositivi e un incremento del 15% delle aziende partecipanti.
Ma Verona, oltre a essere una meta turistica di primaria importanza nel panorama italiano, è anche uno snodo ferroviario e autostradale cruciale per raggiungere alcune delle più belle località sciistiche del nostro Paese.

Coloro che vogliono trascorrere le vacanze invernali nella splendida cornice innevata delle montagne del Trentino-Alto Adige (Molveno, Andalo, Canazei) o delle Dolomiti del versante Veneto (Cortina d’Ampezzo, Asiago) si ritroveranno infatti a fare scalo alla stazione di Verona Porta Nuova, oppure ad attraversare l’Autostrada del Brennero nei pressi della città scaligera.

E magari con l’occasione decideranno di fermarsi a dare uno sguardo da vicino alla meravigliosa Arena o alla statua del “Sommo Poeta” Dante Alighieri.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.