Turismo in Italia : soddisfatti sì ma le Lingue?

Siamo ancora frastornati dalle vacanze di Natale oramai terminate che mi rimetto all’opera ispirata da un articolo letto recentemente dedicato ai flussi turistici verso la nostra bella Italia.

Stando a quanto emerge da un sondaggio pubblicato dall’ Osservatorio Socio-Economico di Pagine Sì l’ Italia è sempre meta tra le preferite e ciò che attrae maggiormente è sia il patrimonio storico/ artistico ed architettonico (34%) sia l’enogastronomia (30%).

Firenze resta tra le città d’arte più amate mentre alcune Regioni del Sud Italia (Campania e Puglia in particolare) spiccano per i piaceri del palato che offrono.

Per il 75% degli intervistati l’ospitalità e la propensione all’accoglienza sono fattori rilevanti e particolarmente graditi dai nostri ospiti provenienti dai Paesi della Comunità Europea, USA etc…

Tasto dolente? A quanto pare sembra proprio che i nostri addetti all’accoglienza non sempre rispondano, dal punto di vista della buona comunicazione, alle aspettative dei nostri clienti…Perchè?

Se da un lato gli Italiani sanno essere degli ottimi Host ed i loro operatori cordiali e disponibili nel fornire informazioni e suggerimenti relativi al soggiorno, alla prenotazione musei ed altre attività inerenti la visita della città ospitante, dall’altro spesso ci si trova davanti ad una conoscenza modesta delle Lingue e questo è davvero un peccato…basta spostarsi un pò per realizzare quanto l’organizzazione e padronanza linguistica sia un MUST in molte altre località europee…

Probabilmente tutto dipende spesso dal voler arrangiare un servizio anzichè puntare sull’eccellenza…

A volte penso quanto poco (si fa per dire) ci basterebbe per risalire in classifica ed aumentare considerevolmente il nostro potenziale !

Che ne pensate?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.