Sweetguest – la rivoluzione degli affitti brevi

Sweetguest – la rivoluzione degli affitti brevi…

Sempre più spesso sentiamo parlare di Sharing economy e di business in forte crescita per quanto riguarda le locazioni ad uso turistico.

A Milano è stato sviluppato un nuovo portale noto come Sweetguest, composto da un gruppo di ragazzi giovani, dinamici ed estremamente flessibili che forniscono un servizio a 360° : dalla gestione prenotazioni, all’incasso, gestione dell’accoglienza fino alla lavanderia e pulizie immobile a fine soggiorno.

Sweetguest è una startup nata a Milano nel 2016, che ha rivoluzionato il modo di affittare casa per brevi soggiorni, cresciuta a Milano del 271% nel primo trimestre del 2018 e per la settimana della Design Week sta facendo registrare ai proprietari di casa partner rendimenti giornalieri entusiasmanti.

Una bella infografica ne fornisce un buon esempio di ottimo business

Ma oltre al servizio completo offerto dal team Sweetguest, chi altri vi viene da citare?

Ebbene, facendo una ricerca rivolta anche a coloro che hanno pensato di puntare su strutture ricettive extralberghiere, vorrei segnalare :

  • Bookingpal : supporta Airbnb ed altri 30 canali e conta numerosi PMS partner
  • Per la gestione dei prezzi, segnaliamo Wheelhouse che però essendo sempre un software non sarà mai al pari di una personalizzazione umana basata su dati storici e calcoli
  • Guesty : è una soluzione basata su un cloud multifunzionale per la gestione a breve termine di strutture immobiliari
  • Checkin-Checkout facile : portale di intermediazione immobiliare con servizi completi a favore del proprietario, dalla gestione prenotazione, all’accoglienza fino alla lavanderia e pulizie.
  • CleanBnb : altra startup che svolge la gestione completa del vostro immobile, incluso quindi la creazione annuncio
  • Hostmaker : offre la gestione completa del vostro immobile compreso consulenza su arredamento, servizio fotografico, creazione ed ottimizzazione del vostro annuncio
  • Bnbsitter : altro portale dedicato alla gestione del vostro immobile

Oramai avete l’imbarazzo della scelta… basta solo capire se volete affidarvi ad un professionista, rinunciando ad una fetta dei vostri ricavi ma non occuparvi di nulla oppure imparare le regole basic del mestiere per conoscere i vostri ospiti e seguire il vostro immobile.

Pensiamo solo per un attimo ai numeri… Nel 2016 l’Italia ha avuto 392.763,886 di presenze, ovvero il 22% dell’occupazione totale (Fonte : Teamwork)

Ma se facciamo una rapida ricerca di flussi turistici – che segna il picco in particolare nel trimestre estivo – le strutture extralberghiere nettamente aumentate rappresentano una fetta importante – per non dire superiore – in fatto di presenze. Qualche dato fornito gentilmente dall’ ISTAT

Ora, che dire o fare?

Adeguarsi alle esigenze della domanda mi sembra d’obbligo ma soprattutto vorrei aggiungere per concludere… se il flusso turistico, soprattutto internazionale, si è spostato verso strutture alternative all’hotel forse ne andrebbe capito il Perchè!

Da una ricerca effettuata da Expedia relativo alla Customer Experience, i Paesi dai quali proviene il maggior numero di visitatori stranieri in Italia (Fonte: Giovanni Moretto, Director of Market Mgmt Italia & Malta) sono i seguenti :

  1. USA, 45%
  2. Inghilterra, 5%
  3. Germania, 25%
  4. Francia, 20%

Come capire il modo per migliorare se non attraverso i dati che la nostra struttura produce di stagione in stagione? Perchè i nostri prezzi variano in meglio o peggio? Qual’è il valore percepito dai nostri clienti rispetto agli anni passati? E magari anche fare una stima dei nostri clienti abituali rispetto ai nuovi…

Non perdiamo però di vista il fattore principale del nostro mestiere :

Il cercare sempre nuovi clienti costa fatica, 8 volte in più rispetto al nostro cliente abituale che se torna è perchè ha trovato ciò che cercava o magari qualcosa in più rispetto all’atteso.

Ma non sempre questo “in più” corrisponde ad un super valore aggiunto perchè – visto che non siamo tutti uguali – potrebbe fare la differenza anche e solo semplicemente il saper personalizzare o umanizzare la propria offerta utilizzando quel valore diversificante fornito dalle Risorse Umane più attente e disponibili all’ascolto e supporto del servizio standard che si può trovare ovunque…

Il coinvolgimento contribuisce alla Fidelizzazione degli Ospiti, propensi a tornare per il 40% dei casi

Un tocco di classe puntando sui nostri punti di forza :

Vendite – Booking – Pricing – Marketing –> ovvero la nostra migliore ricetta per un futuro proficuo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.