Le grandi compagnie Alberghiere non sentono la crisi….

Il nostro punto di vista in tema di Ospitalità, Viaggi e Turismo - Consulenza turistica e Booking online

Le grandi compagnie Alberghiere non sentono la crisi….

Il 2012 è stato un altro anno di progressi significativi, con i marchi IHG – Intercontinental- che hanno registrato un ricavo medio per
camera disponibile (revpar) in crescita del 5,2%, guidati dal +6,3% registrato negli Stati Uniti». 
La difficile congiuntura economica globale non pare, scalfire i grandi gruppi internazionali dell’hôtellerie, che continuano a macinare risultati positivi su risultati positivi, quasi incuranti
di ciò che accade intorno a loro… 
Qualche cambiamento nei modelli di business è stato apportato, con
un maggiore accento al contenimento dei costi; così come non si può negare che gli effetti della crisi siano stati molto diversi nei vari mercati globali. 

Però si osserva anche che nei numeri dei colossi dell’accoglienza sia difficile trovare il segno meno, anche quando si analizzano i momenti più complicati degli ultimi anni. 
È così che i risultati operativi IHG hanno toccato, nel 2012, quota 614 milioni di dollari, per un incremento del 5%, a tassi di cambio costanti, rispetto all’anno precedente. 
Unico sintomo della crisi in corso, e degli squilibri di sviluppo globali, il dato sul revpar delle strutture europee, cresciuto solamente dell’1,7% (la percentuale peggiore tra le macro-aree mondiali). 
Ma anche in questo caso, tale cifra non eccezionalmente positiva è stata controbilanciata da quella relativa ai risultati operativi che, in Europa, hanno raggiunto i 115 milioni di dollari, aumentando di ben l’11% rispetto al 2011.
Ma certo che il nostro Bel Paese vivrebbe sicuramente meglio e dovrebbe contenere forse un pò meno le spese se potessimo contare su una IVA un pò più leggera…
Qui di seguito i nostri vicini Europei in confronto a noi :
SVEZIA 25%
DANIMARCA 25%
UNGHERIA 25%
ROMANIA 24%
FINLANDIA 23%
POLONIA 23%
PORTOGALLO 23%
GRECIA 23%
ITALIA 21%
BELGIO 21%
IRLANDA 21%
GRAN BRETAGNA 20%
SLOVACCHIA 20%
SLOVENIA 20%
AUSTRIA 20%
FRANCIA 19,6%
OLANDA 19%
GERMANIA 19%
SPAGNA 18%
(Source: Jobintourism e non solo…)

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

This website stores some user agent data. These data are used to provide a more personalized experience and to track your whereabouts around our website in compliance with the European General Data Protection Regulation. If you decide to opt-out of any future tracking, a cookie will be set up in your browser to remember this choice for one year. I Agree, Deny
614