Arredi per Hotel : cosa scegliere?

Osservate questa graziosa immagine di una bella camera di un qualsiasi albergo in Italia con un super specchio per non smettere di guardarsi neanche per 5 secondi…

Ma a parte l’ironia, sicuramente nessuno di noi – potenziali clienti di quella bella ed accogliente camera – andrà a pensare o chiedersi se gli arredi sono omologati, verificati o se invece sono solo tanto bellini…

A questo proposito ci rivolgiamo ad un esperto in materia, Andrea Bettanin, che in veste di Guest Blogger con un nuovo interessante quanto formativo articolo, ci porta ad una conoscenza sempre più approfondita della materia… Buona lettura!

Siamo partiti dalla teoria , le leggi, ma vediamo di approfondire le nostre nozioni in modo da non farsi trovare impreparati all’arrivo del venditore, questo ci metterà sicuramente in una posizione di vantaggio.
Voglio subito precisare che , nonostante per un po’ di tempo sia stato possibile leggere questa frase nel sito del Ministero dell’Interno “…. nonostante siano trascorsi 20 anni in questo settore c’è ancora poca conoscenza degli aspetti sia formali che operativi che portano al rilascio dell’Omologazione, nonché sulle modalità di commercializzazione del prodotto Omologato…” poi chiaramente tolta , mi sembrava un autogoal, la frase che spesso mi viene detta “ io non posso sapere o non sono tenuto a sapere le normative “ non è ammessa tanto che in giurisprudenza viene usata la frase “ Ignorantia legis non excusat ”.

Questo per dire che come proprietari, o incaricati dalla proprietà degli acquisti di arredi, dovete sapere cosa state acquistando e come lo acquistate.
Ma di cosa stiamo parlando, di manufatti sottoposti a normativa di Prevenzione Incendi che tutti quegli arredi tessili , tendaggi ,copriletto, moquette…, e tessili imbottiti ,materassi , guanciali, sommier, sedie, poltrone, divani, divano letto e divano letto pronto che devono essere utilizzati in strutture sottoposte a normativa di prevenzione incendi , nel nostro caso strutture con più di 25 posti letto.

Il primo consiglio che mi sento di darvi , prima ancora di aver scelto per forma dimensione e caratteristiche l’oggetto che più si addice al vostro hotel è quella di chiedere al venditore di mostrarvi gli articoli OMOLOGATI dal Ministero dell’Interno.
Questa infatti è la caratteristica che la normativa richiede perché un manufatto possa essere venduto nel vostro hotel.

Cominciamo quindi a capire cosa è l’OMOLOGAZIONE. Prendiamo la definizione direttamente dal D.M. 26 giugno 1984 che così recita all’articolo 2.3 :

  • Omologazione dei materiali ai fini della Prevenzione Incendi
  • Procedure tecnico-amministrativa con la quale viene provato un prototipo di materiale, certificata la sua classe di reazione al fuoco ed emesso da parte del Ministero dell’Interno il provvedimento di autorizzazione alla riproduzione del prototipo stesso prima della immissione del materiale sul mercato per la utilizzazione nelle attività soggette alle norme di prevenzione incendi.

Sono parole così chiare che viene da pensare come sia possibile che a distanza di molti anni la maggioranza degli hotel non sia a norma.

Ma vorrei spiegarvi cosa significa quanto citato nell’articolo del Decreto.

Un produttore che intenda vendere un manufatto omologato, prima della sua immissione sul mercato, deve progettare il manufatto con attenzione alle materie prime utilizzate, predisporre una campionatura, che sarà richiesta dal Laboratorio del Ministero dell’Interno, o da uno Autorizzato, e sottoporla alle prove di reazione al fuoco. In base alla resistenza alla fiamma del materiale verrà assegnata una Classe che dovrà corrispondere a quella che la normativa richiede per la commercializzazione, altrimenti il prodotto viene bloccato.

Tutto questo iter può durare dai 60 giorni ad oltre dodici mesi…

Si, avete letto bene, dodici mesi tanto in alcuni casi è il tempo che il Ministero dell’Interno impiega per rilasciare il documento di Omologazione.
Il nostro venditore quindi se non ha il divano che tanto ci piace Omologato dovrà andarsene ?

No, ha un’altra possibilità che vedremo nel prossimo post…

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.