Il mio punto di vista in tema di Ospitalità, Viaggi e Turismo – Consulenza turistica e Booking online

Acquapendente – La Gerusalemme Verde

Acquapendente, località in cui sono capitata la scorsa stagione estiva per motivi di lavoro, è situata nella zona più settentrionale del Lazio e può essere facilmente raggiungibile sia da Orvieto sia da Pitigliano.

Come arrivare

Meglio se in auto ma è possibile anche utilizzando i trasporti, ovvero treno fino ad Orvieto e da lì autobus della linea Cotral che funziona nel periodo scolastico o taxi privato.

Acquapendente non ha origini etrusche nè romane. Le prime testimonianze storiche risalgono al 964 quando Ottone I costruì un castello che poi passò sotto il dominio degli svevi.

Nonostante Acquapendente sia un borgo medioevale, è interessante visitarla e soggiornarvi per qualche giorno (a tal proposito suggerisco il Guesthouse e Ristorante-Pizzeria in cui ho soggiornato Il Borgo. Semplice, carino, personale molto cordiale e disponibile, ottima cucina e posizione super centrale).

L’edificio religioso più noto del borgo è la cattedrale del Santo Sepolcro, così detto perchè al suo interno custodisce una pietra macchiata di sangue che si ritiene proveniente dal Sepolcro di Gerusalemme.

La chiesa è stata edificata tra il 10° – 11° secolo e fu consacrata nel 1149 da Papa Eugenio III.

Da suggerire anche la chiesa di San Francesco e di Santo Stefano nonchè i palazzi storici di rilevanza architettonica, quali il Palazzo Visconti, il Palazzo Comunale di Acquapendente con il suo portico in stile neoclassico.

Da non perdere :

La Festa dei Pugnaloni. Una tradizione risalente al 1166, che si celebra la 3° domenica di Maggio. E’ una delle più antiche celebrazioni folkloristiche della Tuscia chiamata festa di Mezzomaggio. La festa dei Pugnaloni celebra la Madonna del Fiore ed attira ogni anno tanti turisti italiani e da altre destinazioni. I Pugnaloni, sono mosaici realizzati con fiori e foglie, composti su pannelli in legno di 2,6 per 3,6 metri. Vengono poi conservati nella cattedrale.

Nei dintorni di questo borgo si estendono caratteristici paesaggi collinari nell’Alta Tuscia.

Da consigliare per una gita giornaliera Orvieto e Pitigliano, ma anche il borgo di Bolsena con il suo Lago, Capodimonte e Montefiascone per panorami suggestivi e rilievi architettonici, il Castello di Torre Alfina.

Altro fattore che spinge a venire ad Acquapendente è il far parte della Via Francigena : nella buona stagione, vedrete tanti turisti stranieri pronti a percorrere lunghi tratti nel corso della giornata fino ad arrivare a Roma.

Questo antico percorso che univa Canterbury fino a Roma si snodava lungo le vallate abitate dai Franchi, attraverso i territori dell’attuale Svizzera prima di arrivare in Italia. Rimasta nella storia come la strada dei pellegrini è probabilmente la strada più antica d’Europa.

Una bella esperienza che va al di fuori delle città più note e visitate ma che merita di essere conosciuta ed apprezzata per la sua semplicità e cordialità della gente.

Dato che la città di Viterbo si trova a ca 50 km, potrebbe essere la giusta occasione per scoprire ed esplorare un’altra parte del Lazio?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.